Come preparare lo zaino da trekking perfetto

trekking Nabumbo a Tete de Ferret
Tete de Ferret – Massimiliano Tarello ©

I trekking non sono semplicemente attività fisica ed escursioni all’esterno, ma sono un vero e proprio stile di vita. Sono esperienze cariche di emozioni, di panorami mozzafiato e momenti di socialità; ci permettono di creare un legame speciale con chi ha intrapreso questa avventura in nostra compagnia. Sono un modo per vedere il mondo con un occhio diverso, immergendosi nella bellezza della natura e nella pace di cui è portatrice.

Può capitare di non avere un’idea precisa di come prepararsi per un’escursione sportiva, specialmente se è la prima volta. Primo fra tutti, proprio per la sua importanza durante un viaggio, è la preparazione dello zaino. Oltre ad essere fondamentale, sarà anche un nostro grande alleato per tutto il tempo.

Il peso ideale dello zaino da trekking

Per trekking della durata di un paio di giorni, la scelta ideale può ricadere su uno zaino da 20 litri fino ad un massimo di 50. Meglio se dotato di copertura impermeabile e di una buona cintura. Ci permetterà di scaricare al meglio il peso senza andare ad inficiare sulla postura e sulle giunture.

Se dovessimo intraprendere viaggi più lunghi, si potrebbe optare per uno da 60 o 80 litri, ma sempre stando attenti a non renderlo troppo pesante, in quanto potrebbe trasformare un’esperienza piacevole in un incubo. Il suo peso ideale si aggira attorno al 10% del nostro peso corporeo. Insomma, più saremo in grado di gestirne il contenuto e meglio sarà per il nostro benessere.  

Come preparare lo zaino per un’escursione sportiva

Lago d'Arpy in Valle d'Aosta
Beautiful Lake Arpy – Massimiliano Tarello ©

Prima di iniziare ad accumulare oggetti che potrebbero essere inutili, è giusto riflettere su cosa ci servirà realmente e farne una selezione accurata. Si potrebbe disporre anticipatamente tutto ciò che vorremmo portare con noi per terra o su un tavolo per avere una visione completa di ciò che dovremo riporre ordinatamente all’interno dello zaino.

È preferibile disporre con criterio ben preciso ciò che abbiamo scelto di portare con noi.

Distribuire il peso e suddividere l’attrezzatura da trekking

Piuttosto che suddividere gli oggetti per categoria, sarebbe meglio suddividerli per frequenza di utilizzo e peso.

Si potrebbe, ad esempio, riporre sul fondo gli oggetti più leggeri e che ci serviranno poche volte, verso la schiena gli oggetti più pesanti, che ci aiuteranno ad avere un baricentro equilibrato e non saranno un problema per la nostra spina dorsale grazie all’imbottitura dello zaino, al centro verso l’esterno gli indumenti di peso medio e che potrebbero servirci spesso o in fretta, come impermeabili, indumenti di ricambio principali e un kit medico. Nella patella superiore andranno gli oggetti più piccoli, così che non vadano dispersi nello zaino, e negli scomparti esterni potremo riporre tutto ciò che ha dimensioni eccessive e che ci servirà sicuramente, come i bastoncini per camminare.

Consigli per capire se lo zaino è ben organizzato

Un consiglio che potrebbe apparire come insensato, ma che in realtà potrebbe salvarvi da un’escursione sportiva spiacevole è quella di indossare lo zaino il giorno prima in modo da sperimentare sulla vostra pelle la sensazione che lo zaino vi trasmetterà.

Non preoccupatevi se dovesse rimanere dello spazio vuoto all’interno dello zaino, non è necessario riempirlo tutto, basta avere a disposizione tutto ciò che ci servirà durante il viaggio.

Pronti per una nuova camminata sportiva

Se avete completato tutti questi passaggi e siete soddisfatti del risultato finale, allora siete pronti per la partenza. Indipendentemente dalla durata dell’esperienza che state per affrontare, ricordatevi che l’importante è viverla come un’avventura unica, godendosela appieno dall’inizio alla fine.

Buon viaggio!

Daniele Borin

Vista di Cime Bianche
Cime Bianche views – Massimiliano Tarello ©
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *